Wednesday, 27 March 2013

Laura Trent

Laura Trent had an artistic partnership with Rita Pavone for some years in the mid to late 1980s. They wrote songs for Pavone's two albums 'Dimensione donna' (1985) and 'Gemma e le altre' (1989) that turned out to be Rita's swan song being the last time ever she released new recording material.



Laura Trent wrote 3 songs with Rita Pavone for the album 'Dimensione Donna' (1985).


1. Crisi di identità (R.Pavone-L.Trentacarlini)
2. Eroi di carta (R.Pavone-M.Colucci)
3. Equivoci d'amore (R.Pavone-L.Trentacarlini)
4. Fammi innamorare (R.Pavone-Luigi Follica-Luigi Magurno)
5. My Indian Summer (Perduta) (R.Pavone-Marco Colucci)

1. Come la prima volta (R.Pavone-L.Trentacarlini)
2. Particolari (R.Pavone-Adelmo Musso)
3. Anni impazienti (R.Pavone-M.Colucci)
4. Finito (R.Pavone-L.Follica-L.Magurno)


In 1986, Laura Trent (calling herself Carolain) wrote the music and Rita Pavone wrote the lyrics of 'La valigia' and 'Africa' the single's flip-side.


In 1987, Rita Pavone & Laura Trent went on a tour of Brazil performing in São Paulo, Rio de Janeiro and Belo Horizonte. At the time, Continental Records released an album called 'Rita Pavone Per Sempre' in which Laura Trent (as Carolain) wrote the English words for 'My Indian Summer' (R.Pavone-Carolain-M.Colucci). 



'Gemma e le altre', released in early 1989, was Rita Pavone's last album. Laura Trent wrote all the music under the pseudonym of Carolain.  All songs lyrics by Rita Pavone and music by Carolain.

1. Amori a metà 
2. Donne ferme, donne che camminano
3. Seicento e più
4. Sua maestà l'amore
5. Fammi andare

1. Gemma
2. Rimani
3. E... e allora... cercasi
4. Come la prima volta
5. L a valigia 

Rita Pavone thanks Laura Trent on the linenotes:  Carolain per le notevoli qualità artistiche espresse anche nel suo esordio come arrangiatrice. Laura anche canta nel coro e fá la batteria programmata.



1. Ma come si fa (Macchiarella-Thoty-Borzy)
2. Fortissimo (Wertmüller-Canfora)
3. Boom boom (Carolain-R.Pavone-Carolain)
4. Non ci sto (R.Pavone-Thoty-Borzi)
5. Le sigarette (R.Pavone-Thoty-Borzi)

1. Mama (R.Pavone-Carolain)
2. Drin drin (Di Benedetto)
3. Cuore (Heart) (Mann-Weil-Rossi)
4. I want your love (Carolain-R.Pavone-Carolain)
5. Tutta la notte al computer (G.Sansone)

In 1989, Laura Trent and Rita Pavone worked on 3 songs that were included in Danilo's album for RCA Italiana. Danilo Palmieri had won Festival of the Unknowns and Teddy Reno thought he would be a 'second Rita Pavone' and convinced the RCA brass to invest on the boy's career when Rita Pavone's name was bane at the recording label since she had not renewed her contract in 1979.

Laura not only co-wrote 'Boom boom', 'Mama' and 'I want your love' but sang back-vocals in 7 tracks: 'Boom boom', 'Non ci sto', 'Le sigarette', 'Drin drin', 'Cuore and 'I want your love'.

Not long after that Laura & Rita went their separate ways. Now, in 2012, after almost 20 years, Laura Trent releases her strongest material yet and it is refreshing to listen to such inspired songs.


Laura Trent today. 

Here's some information about Laura Trent and comments about two of her songs. 


LAURA TRENT, cantautrice italo-americana nata da genitori italiani a Chicago, Illinois, arriva artisticamente da Las Vegas. È attraverso la sua voce, forte ed emotiva, che riesce a far riflettere nella sua musica le storie che racconta, storie che portano addosso le sue esperienze più autentiche e che trovano nella sua vocalità il mezzo per venire allo scoperto. La passione per la musica si manifesta già in tenera età: a tre anni incomincia a rovesciare pentole e a suonarle come una vera rockstar. Un giorno, con orgoglio, suo padre le regala una chitarra da 1 dollaro e in quel momento Laura comprende cosa unisce tutte le lingue del mondo: la musica.

Nel 1989 realizza il suo primo singolo "A kind of feeling" con il nome d'arte Carol Kelly. Partecipa a diverse trasmissioni televisive e durante un suo viaggio a Cuba, per partecipare al Festival di Varadero, incontra Gino Paoli, artista che seguirà in Italia affiancandolo nel suo “Quattro Amici al Bar”tour. Questa esperienza le darà anche la possibilità, all’ interno dei concerti, di trovare uno spazio per presentare la sua musica. Laura inoltre ha composto la musica del brano “Buon Compleanno” di Irene Grandi, prodotto da Vasco Rossi. Una vita e una famiglia piena di musica e di spettacolo quella di Laura. Il fratello Trent Carlini, infatti, è oggi il tributo ufficiale a Elvis Presley e da anni è in tour in tutti gli Stati Uniti e in varie occasioni Laura ha avuto modo di aprire i suoi show presentando il suo repertorio.


GOODBYE” è il racconto di un amore che finisce, in cui è facile dirsi addio ma estremamente difficile dimenticare quello che è stato: “è un pezzo un po’ ironico, in realtà – racconta LAURA – perché ci si ritrova puntualmente a tornare sui propri passi... spesso con scene molto imbarazzanti! La parola in se è solo un rafforzativo dello stato d'animo del momento, è la cosa più semplice da dire, una sorta di liberazione, uno sfogo quando manca la comprensione. In realtà è semplicemente un arrivederci quando ho finito di sbollire... riprendiamo da dove abbiamo lasciato!” L’album, distribuito nei negozi tradizionali da Venus e in digitale da Pirames International, era stato pubblicato su iTunes lo scorso aprile ottenendo un enorme successo di pubblico (piazzandosi per oltre 3 settimane nelle prime posizioni delle top ten album) e facendo balzare i brani “Shame on you” e “Birds fly” nella top ten dei singoli più scaricati.


http://www.youtube.com/watch?v=2h19OuW6Lak

WISH ME WELL” nasce da un sussurro per poi diventare, con grande intensità, un grido. Un viaggio che parte dall’anima e dalle emozioni più profonde, l’amore, il conforto, la gioia, il rancore, il perdono, il rispetto e la dolcezza per poi giungere con forza e senza paura alla realtà. A chiudere questo viaggio il gusto per gli arrangiamenti cinematografici che dona al disco un abito perfetto. Questa le dieci tracce che compongono l’album: “Wish me well”, Shame on you”, “Goodbye”, “Birdsfly”, “1life2live”, “Sticks & stones”, “I Will be there”, “In the name of love”, “Tears of joy”, “I’m here to stay”.


http://www.youtube.com/watch?v=2h19OuW6Lak






1 9 8 7 



Clipping of an article from an Italian magazine published in September 1987, introducing Laura Trent to the Italian public. It says Laura Blue - as she was known then - was a 21 year-old American with an Italian background who had been living at Rita Pavone & Teddy Reno's house in Switzerland since 1984. Laura & Rita had just made a joint-performance at the 1987 Festival of the Unknowns in Ariccia, Rome. 

Laura & Rita were about to start a very successful Brazilian tour that took 3 weeks from 16 November  to 7 December 1987. Here's what the article says:


Teddy Reno ha lanciato e 'adottato' una ragazza:

MACCHÈ  DONNA  SEGRETA!   LAURA  BLUE  PER  ME  E  RITA  PAVONE  È  NOSTRA FIGLIA!

Il talent-scout e la moglie Rita Pavone hanno accolto in famiglia Laura Blue: è lei l'erede di Rita

di Marco Tedesco

Ariccia (Roma), settembre 1987.

Nel cielo di Ariccia le voci di Rita Pavone e Laura Blue (si pronuncia Lora Blu), amplificate dai microfoni, sembravano fuochi d'artificio. All'una di notte la piazza di questo paese dei Castelli romani era ancora gremita. E Teddy Reno, organizzatore del Festival degli Sconosciuti, appariva visibilmente commosso per lo show improvvisato dalla moglie Rita e da questa esplendida ragazza ventunenne, che ormai da tre anni vive in casa di Teddy e Rita ed è considerata una figlia adottiva.

'Si chiama Laura Trenta Carlini, in arte Laura Blue', precisa Teddy Reno, 'ed è figlia di emigranti italiani di origine marchigiana. I genitori vivono a Miami Beach, Florida e lei è venuta in Italia per conoscere la terra di suo padre e sua madre, ma sopratutto per diventare una vedette'.

'Io e Rita ci siamo affezionati a questa ragazza che abbiamo conosciuto quando era cameriera in un locale di Miami', continua Teddy, 'al punto che ora Laura vive con noi in Svizzera, a Lattecaldo. Per noi è come una terza figlia. Sono sicuro che presto si parlerà molto di Laura Blue...'

Da Miami Beach a Lattecaldo il tragitto è stato breve. Ad Ariccia Laura Blue si è esibita sere fa, insieme a Rita Pavone, con la quale ha scritto due belle canzoni come 'La valigia' e 'Crisi d'identità'. Chissà che Ariccia non porti fortuna anche a lei, come è successo 25 anni all' ex-Pel di Carota? 


SONO LA VERSIONE PUNK DI PEL DI CAROTA

Ariccia (Roma). Laura Blue (21 anni) sorride felice assieme a Teddy Reno (60) e a Rita Pavone (42) dopo essersi esibita con successo al 'Festival degli Sconosciuti'. Laura, che sfoggia un ciuffo punk, è figlia di italo-americani e in realtà si chiama Laura Trenta Carlini. Da tre anni abita con la famiglia Ricordi (è questo il cognome di Teddy Reno) a Lattecaldo, in Svizzera, ed è considerata dalla celebre coppia come una figlia adottiva.

see Rita Pavone & Laura Trent singing in S.Paulo, Brazil in 1987:

https://www.youtube.com/watch?v=1hhgTHuDPzM






6 comments:

  1. This comment has been removed by a blog administrator.

    ReplyDelete
  2. Todo o período musical (composições e gravações) em que Laura Trent trabalhou com Rita Pavone - que vai de 1985 a 1989 -, está primorosamente postado neste blog. Parabéns, Totó (Lu)!

    ReplyDelete
  3. Thanks to Doris Castro for having been so forthcoming in checking out all the information about the period Laura Trent worked with Rita Pavone. Even though Rita has not even mentioned Laura Trent in her auto-biography, Laura was her songwriting partner for at least TWO ALBUMS...

    ReplyDelete
  4. My name is Laura Trent, Lora Blue and Carolain.
    I thank you all for the info's written on me and my journey with Rita Pavone, to me still an extraodinary artist.
    Wish you all more than the best.
    Laura Trent

    ReplyDelete
  5. Hi Laura, what a pleasure to know you have read what I posted about you and Rita. I'd like to tell you I watched all your clips in YouTube and I think you have done the most beautiful work. My favourite clip is 'Goodbye' in which you play a dual role. It's really stylish and your voice comes out strong and clear. I didn't know you had such a powerful voice when I watched you and Rita on stage in the 1980s. You've come a long way. Congratulations!!! Thanks for the note. I wish you all the love in the world...

    ReplyDelete